Tariffa rifiuti calcolata correttamente nei Comuni CLARA
Con riferimento alla notizia, apparsa nei giorni scorsi anche sui media nazionali, riguardante gli errori commessi da parte di alcuni Comuni italiani nell'applicazione della parte variabile della TARI, riteniamo utile puntualizzare che i Comuni gestiti da CLARA S.p.A non rientrano tra i casi in questione.
 
Nei Comuni CLARA la Tariffa - che, lo ricordiamo, viene applicata dall'azienda in forma di corrispettivo e non di tributo, è sempre stata calcolata nel rispetto delle disposizioni di legge e di regolamento.
Ogni utenza domestica si considera costituita dall'abitazione e da tutti gli eventuali locali di servizio (box, cantine ecc..), anche se separati dal corpo principale del fabbricato, e la quota fissa della Tariffa è appunto calcolata sulla somma delle superfici di tutti i locali di pertinenza dell'immobile. La quota variabile è correlata al numero di componenti del nucleo famigliare, prescinde quindi dalla superficie e viene applicata una sola volta per utenza.
 
Per avere conferma della regolarità del computo è sufficiente verificare i dati riportati sul retro della fattura.
Gli sportelli ed il call center CLARA sono in ogni caso a disposizione per tutti i chiarimenti.
 
 
 
 
Valid XHTML 1.0 Strict  Explanation of Level Double-A Conformance