Elezioni europee 2024

8 e 9 giugno 2024

Chi può votare? 

In Italia si ha diritto di voto alle Elezioni europee se: 

• si è compiuto il diciottesimo anno di età; 

• si è cittadini italiani o dell’Unione Europea con residenza legale in Italia, o cittadini italiani residenti all’estero; 

• si è registrati come votanti entro la scadenza stabilita (per i cittadini UE votanti in Italia). 

 

Quali documenti si devono portare al seggio elettorale? 

Per poter esercitare il diritto di voto presso l’ufficio elettorale di sezione nelle cui liste si risulta iscritti, si dovranno esibire un documento di riconoscimento valido e la tessera elettorale. 

 

Dove è possibile votare? 

Cittadino italiano o di uno Stato membro votante in Italia 

• Si vota presso il seggio elettorale in cui si è iscritti, indicato sulla tessera elettorale e corrispondente alla sezione nel cui ambito territoriale è compreso il luogo di residenza.
Per conoscere il proprio seggio elettorale, è necessario rivolgersi al proprio Comune di residenza.
Condizioni particolari di voto sono previste per i degenti in ospedale, elettori affetti da infermità tali da renderne impossibile l’allontanamento dall’abitazione, detenuti, elettori non deambulanti in sezioni diverse dalla propria se questa non è accessibile. Militari, forze di polizia, vigili del fuoco e naviganti possono votare nel comune in cui si trovano per causa di servizio. 

Cittadino italiano votante da un altro Stato membro dell’UE 

• Si deve votare presso i seggi elettorali allestiti all’estero dalle sedi diplomatico-consolari italiane del Paese in cui si vive.
Una volta registrati, il Ministero dell’Interno italiano invia un certificato elettorale al proprio domicilio. Esso contiene le informazioni sul luogo di voto, la data e l’ora della votazione. Se non si è ricevuto il certificato elettorale, occorre contattare il proprio consolato di riferimento per verificare il proprio status elettorale. 

• Gli italiani residenti in un altro Paese dell’UE che desiderano votare in Italia in alternativa al voto all’estero – possono farlo nel Comune italiano nelle cui liste elettorali sono iscritti. A tal fine, è necessario comunicare tale intenzione al Sindaco del proprio comune e presentare il certificato elettorale ricevuto per il voto all’estero.

Per tutte le informazioni riguardo il voto all’estero, si rimanda alla pagina web del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. 

Cittadino italiano che vota da un Paese non appartenente all’UE 

  • Si può votare solo nel comune italiano a cui si appartiene come elettore.

 

Dove è possibile registrarsi per il voto? 

Cittadini italiani votanti in Italia 

• Non è necessario registrarsi poiché l’iscrizione nelle liste elettorali viene fatta d’ufficio dalle autorità competenti del comune di residenza. In caso di cambio di residenza recente, è consigliabile verificare la corretta registrazione presso il nuovo comune. 

Cittadini Ue votanti in Italia 

• È necessario registrarsi in anticipo inviando la richiesta al Sindaco del comune in cui si risiede, al fine di essere inseriti nella lista elettorale designata. 

Cittadini italiani votanti in un altro Paese Ue 

• Si è automaticamente registrati nelle liste elettorali italiane dalle autorità nazionali. Tuttavia, è necessario assicurarsi di essere iscritti presso il Registro degli Italiani Residenti all’Estero (AIRE).

Cittadini italiani votanti da un Paese al di fuori dell’Ue 

• Si è automaticamente registrato sulla lista elettorale italiana dalle autorità nazionale italiana. Tuttavia, è necessario assicurarsi di essere registrati al Registro degli Italiani Residenti all’Estero (AIRE).
Si riceverà una comunicazione dal comune nelle cui liste elettorali si è registrati entro venti giorni dalla pubblicazione del decreto riguardante le elezioni.

 

Qual è il termine per registrarsi al voto? 

Cittadini italiani votanti in Italia 

• Se si è cittadini italiani non è necessario registrarsi poiché l’iscrizione nelle liste elettorali viene fatta d’ufficio dalle autorità competenti del comune di residenza. In caso di recente cambio di residenza, è consigliabile verificare la corretta registrazione presso il nuovo comune. 

Cittadini Ue votanti in Italia 

• Per votare è necessario registrarsi entro i novanta giorni antecedenti la data delle elezioni. 

Cittadini italiani votanti da un altro Paese Ue 

• Non è necessario registrarsi in quanto si è automaticamente registrati nella lista elettorale italiana dalle autorità nazionali italiane.

Cittadini italiani votanti da un Paese al di fuori dell’Ue 

• Non è necessario registrarsi in quanto si è automaticamente registrati nella lista elettorale italiana dalle autorità nazionali italiane.

Per tutte le informazioni riguardo il voto all’estero, si rimanda alla pagina web del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. 

 

Quanti membri verranno eletti?

Si andrà alle urne nel 2024 per eleggere 76 membri del Parlamento europeo. 

 

Chi sono i candidati? 

I candidati alle elezioni europee, presentati in lista da ciascun partito o gruppo politico, sono cittadini italiani che debbono aver compiuto 25 anni entro il giorno fissato per le elezioni, o i cittadini di altri Paesi membri, residenti in Italia e iscritti nelle apposite liste aggiunte, che possiedano i requisiti di eleggibilità al Parlamento europeo previsti dall’ordinamento italiano e non siano decaduti dal diritto di eleggibilità nello Stato membro di origine. 

 

Che tipo di supporto è disponibile per gli elettori con disabilità? 

• Gli elettori degenti in ospedali e case di cura possono essere ammessi a votare nel luogo di ricovero, purché siano iscritti nelle liste elettorali di un qualsiasi comune del territorio nazionale. Possono votare nel luogo di degenza o di cura previa esibizione della tessera elettorale e di una specifica attestazione rilasciata dal Sindaco su richiesta degli interessati. 

• Gli elettori affetti da gravi infermità per i quali non è possibile l’allontanamento dall’abitazione potranno esercitare il proprio voto da casa durante le ore in cui è aperta la votazione presentando una certificazione sanitaria rilasciata gratuitamente dalla ASL previa richiesta al Sindaco del proprio comune. 

• Gli elettori non deambulanti, se iscritti presso un seggio elettorale non accessibile, possono esercitare il diritto di voto in un’altra sezione del comune che sia allocata in una sede con le adeguate caratteristiche, presentando un’attestazione medica rilasciata gratuitamente dalla ASL direttamente al presidente del seggio prescelto. Alcuni comuni organizzano, inoltre, servizi di trasporto pubblico per facilitare il raggiungimento del seggio elettorale alternativo. 

• Gli elettori fisicamente impediti possono esercitare il proprio diritto di voto con l’assistenza di un altro elettore della propria famiglia o, in mancanza, di un accompagnatore scelto che può essere iscritto nelle liste elettorali di qualsiasi comune italiano. A tal fine è necessario presentare la documentazione sanitaria rilasciata gratuitamente dall’ASL. In alternativa è possibile ottenere presso l’Ufficio elettorale del proprio comune l’annotazione permanente del diritto di voto assistito sulla propria tessera elettorale. Per il voto assistito degli elettori non vedenti è sufficiente esibire il libretto nominativo rilasciato dall’INPS. 

Pagina aggiornata il 25/05/2024

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito? 1/2
Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?1/2
Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2
Inserire massimo 200 caratteri